ReviewJumps
Titanic

Titanic

1997 ‧ Film drammatico/Film catastrofico ‧ 3h 15m

Questo particolare fotogramma di uno dei colossal americani che più ha commosso racchiude la storia di due giovani innamorati, appartenenti a classi sociali opposte, che il beffardo destino ha fatto incontrare. La tecnica che il regista Cameron ha usato in questa particolare ripresa racchiude come le difficoltà passate (lo sfondo del fotogramma fuori fuoco) e quelle che incontrerebbero in futuro (il fuori fuoco in superficie) vista la loro disparità sociale, vengano tenute ai margini se l’amore è forte. Non a caso il “cuore” del fotogramma è perfettamente nitido e la fotografia è stata costruita con colori caldi.


Trama – fonte: www.comingsoon.it

La storia è narrata da Rose DeWitt Bukater (Gloria Stuart), un’anziana signora sopravvissuta al terribile naufragio del transatlantico RMS Titanic, avvenuto nell’aprile del 1912.
All’epoca Rose (Kate Winslet) è una diciassettenne britannica che si imbarca con la madre Ruth (Frances Fisher) e lo spocchioso fidanzato Cal Hockley (Bill Zane), che è costretta a sposare per sanare i debiti della sua famiglia.
Oppressa dal suo destino, Rose si arrampica sul parapetto, decisa a togliersi la vita. La ragazza, tuttavia, viene dissuasa dallo squattrinato Jack Dawson (Leonardo DiCaprio) e Cal, per ringraziare il giovane, lo invita ad un’opulenta cena.
Quella sera, l’uomo dona a Rose un formidabile gioiello appartenuto a Luigi XVI, chiamato ‘il Cuore dell’Oceano’. Ma la ragazza preferisce passare il suo tempo con Jack, piuttosto che sopportare la presenza del suo arrogante promesso sposo. Tra i due nasce ben presto un sincero e profondo sentimento, ma Cal si accorge della relazione clandestina e impone a Rose di non frequentare più Jack.
Nonostante la ragazza provi a sottostarsi al matrimonio organizzato da sua madre, i sentimenti che prova per Jack sono troppo forti e i due si dichiarano amore. Il giovane dipinge un erotico ritratto dell’amata e la coppia progetta di fuggire segretamente insieme, una volta sbarcati in America. Ma il destino non si mostrerà clemente con loro.
Nel corso della notte del 14 aprile, infatti, il transatlantico si schianta contro un iceberg e lo scafo è irrimediabilmente compromesso. Mentre sul ponte i passeggeri si affrettano a riempire le scialuppe, Cal sferra l’ultimo attacco al suo rivale, ma Rose è pronta a tutto per aiutarlo, rinunciando alla salvezza.
I due innamorati ingaggiano una corsa contro il tempo ma il Titanic si spezza in due tronchi e Rose e Jack stanno per cadere nelle acque gelide dell’oceano.


Cast – fonte: trovacinema.repubblica.it


Trailer


Riconoscimenti – fonte: www.mymovies.it

Il film ottenne ben quattordici candidature ai Premi Oscar del 1998, portandosi a casa undici statuette:

Miglio film
Miglior regia a James Cameron
Miglior fotografia a Russell Carpenter
Miglior colonna sonora per film drammatico a James Horner
Miglior canzone a James HornerWill Jennings
Miglior scenografiaMichael Ford (II)Peter Lamont
Migliori costumiDeborah Lynn Scott
Miglior montaggioJames CameronConrad BuffRichard A. Harris
Miglior suonoGary SummersTom JohnsonGary RydstromMark Ulano
Migliori effetti speciali visiviThomas L. FisherRobert LegatoMichael KanferMark Lasoff
Migliori effetti speciali sonoriTom BellfortChristopher Boyes

Le altre nomination furono:
Nomination Miglior attrice a Kate Winslet
Nomination Miglior attrice non protagonista a Gloria Stuart
Nomination Miglior trucco a Greg CannomTina EarnshawSimon Thompson


Curiosità – fonte: www.cinematown.it

1 – I casting

Ringraziamo Cameron per aver fortemente voluto Leonardo DiCaprio nel ruolo di Jack Dawson! Pare che la Paramount avrebbe voluto Matthew McConaughey per la parte. Johnny Depp rifiutò il ruolo di Jack per poi pentirsene (e non ha tutti i torti). Anche gli attori Tom Cruise e Brad Pitt vennero considerati per la parte di Jack, Cristian Bale venne scartato perché Cameron non voleva attori inglesi nei panni di personaggi americani. Un Robert De Niro sfortunato invece, che dovette rifiutare la parte del Capitano Smith, per ragioni di salute. Anche Hugh Grant, a cui venne offerto il ruolo di Cal, rifiutò dicendo a James Cameron: “Non fa per me”. Per quanto riguarda il ruolo femminile di Rose, le attrici che vennero considerate per la parte, andata poi a Kate Winslet, sono: Jennifer Aniston, Drew Barrymore, Rose Byrne, Claire Danes, Cameron Diaz, Jodie Foster, Maggie Gyllenhaal, Eva Herzigova, Angelina Jolie, Nicole Kidman, Keri Russell, Winona Rider, Charlize Theron, Uma Thurman, Rachel Weisz e Reese Witherspoon.

2 – La prima scena

Ben si conosce il reciproco rapporto di stima e profonda amicizia nato tra DiCaprio e la Winslet. Forse non tutti sanno che la prima scena che i due si ritrovarono a girare insieme fu proprio la scena del ritratto. La Winslet si spogliò completamente nuda, per rompere il ghiaccio, che scatenò una reazione da parte di DiCaprio tanto da fargli pronunciare male una battuta che venne poi mantenuta nel montaggio finale, di cui ne parleremo in seguito. E lo stesso ritratto venne realizzato da Cameron stesso, le mani che vediamo sono le sue! L’inquadratura venne poi specchiata in quanto Cameron è mancino a differenza di DiCaprio.

3 – Improvvisazioni

Sono diverse le battute improvvisate e mantenute nel progetto finale. L’errore commesso da DiCaprio nel momento in cui si è trovato Kate Winslet nuda davanti ai suoi occhi: sbagliò la battuta, dicendo “Stenditi sul letto… ehm, sul divano” e al regista piacque tanto da decidere di lasciarla nel cut finale. Oppure la frase: “Jack, è qui che ci siamo conosciuti” mentre la nave sta affondando, e “Sono il re del mondo!” gridata da DiCaprio sulla prua del Titanic ed entrata al quarto posto della classifica “100 migliori battute del cinema” nel 2007! Anche la scena del litigio tra Rose e Carl, l’attore Billy Zane era molto emotivo sul set tanto che il rovesciamento del tavolo non era previsto, quindi la reazione della Winslet/Rose è autentica, la stessa che in un’altra scena sputò in faccia a Zane/Cal senza preavviso.

4 – Durata del film

Il film dura esattamente il tempo impiegato dal Titanic ad inabissarsi nell’Oceano: ossia due ore e quaranta minuti, se escludiamo le parti ambientate nel presente e i titoli di testa e coda. Anche lo scontro con l’iceberg risulta corretto sul piano cronologico. La durata del film causò non pochi problemi tra il regista Cameron e la casa di produzione che era in disaccordo sulla durata totale del film (e pensare che inizialmente il film doveva durare ben quattro ore ma Cameron col montaggio finale tagliò un’ora). Lo stesso regista minacciò di abbandonare il progetto ma, quando il direttore della Paramount prese visione di un montaggio provvisorio, approvò l’idea delle tre ore di film nonostante il rischio commerciale.

5 – My heart will go on

Per volere di Cameron non erano previste canzoni nel film, titoli di coda compresi. La canzone premio oscar My heart will go on venne preparata di nascosto da Celine Dion e presentata al regista in un “buon momento” tanto da fargli cambiare idea anche per motivi commerciali. La canzone avrebbe facilitato la comunicazione tra Fox e Paramount. Per quanto riguarda la colonna sonora, Cameron inizialmente voleva che fosse Enya a comporla. Quando Enya rifiutò, il regista decise di rivolgersi a James Horner, lo stesso che lavorò in segreto con Celine Dion.

6 – J. Dawson

Jack Dawson è il nome del protagonista del film. Pare invece che un J. Dawson (Joseph) fu esistito veramente e che fu un passeggero del Titanic in cui vi perse la vita. E’ sepolto in Canada insieme ad altre vittime e, per ovvi motivi, rimane oggi una delle tombe (la numero 227) più visitate.

7 – La coppia di anziani

Son Ida e Isidor Straus, proprietari del Macy’s di New York, sono la coppia di anziani abbracciati sul letto durante l’affondamento della nave. I due sono veramente esistiti. Ida rifiutò il posto sulla scialuppa per restare col marito dicendo: “Abbiamo vissuto insieme, moriremo insieme”. Frase che sarebbe poi stata “ricreata” per Rose: “Salti tu, salto io, giusto?”.

8 – La famosa tavola di legno

Quante se ne sono dette su quel pezzo di legno che ha messo in salvo Rose? Eh dai siamo sinceri… in due ci si stava benissimo! Ebbene il relitto al quale la tavola è inspirata è in esposizione al Maritime Museum of the Atlantic ad Halifax, in Nuova Scozia.

9 – La scena finale

Se si aguzza l’occhio si può ben notare come nella scena finale del bacio siano assenti Cal, la madre di Rose, Bruce Ismay e Molly Brown. Questo perché nella scena sono presenti solo le persone che hanno perso la vita sul Titanic e l’orario indicato dall’orologio in cui si incontrano Jake e Rose, punta esattamente le 2.20 del mattino, ora in cui la nave affondò.

10 – Il successo e i numeri

Titanic rimane il secondo film ad aver incassato di più: 1,850,300,000 miliardi di dollari in tutto il mondo, secondo solo ad Avatar (2009) dello stesso Cameron. E’ anche il film più costoso del ventesimo secolo con un budget di 200,000,000 dollari, tanto che lo stesso regista rifiutò il suo compenso per tranquillizzare la produzione a cause dell’alto budget. Cameron aveva addirittura una lametta con scritto: “Usare solo se il film non avrà successo”. Si direbbe che quella lametta ha un sacco di muffa oggi! All’uscita nelle sale, Titanic mantenne il primato al box office per ben quindici settimane consecutive (Dicembre 1997- Aprile 1998), tanto che quando uscì in DVD e VHS era ancora in proiezione al cinema. Gli stessi cinema richiesero pellicole sostitutive a causa del consumo delle prime per le troppe visioni! Titanic è riuscito a lasciare un segno indelebile destinato ad essere ricordato per sempre.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie i Cookie DoubleClick (per info leggi la Privacy Policy). Fai clic qui per disattivarlo.