ReviewJumps
ghost

Ghost – Fantasma

1990 ‧ Film drammatico/Film di finzione ‧ 2h 9m

Molly: “Lo sai che Ti Amo… io Ti Amo davvero!!!” e Sam la guarda dritta negli occhi e dice: “Idem!”.

Era il 1990 quando Jerry Zucker firmò la regia di uno dei melò cinematografici che di più ha scaldato i cuori e commosso. Una pellicola unica nel suo genere trainata da un brano ancora oggi intramontabile, “Unchain Melody” dei Righteous Brothers del 1965. Sam (Patrick Swayze) e Molly (Demi Moore) rappresentano la vera essenza dell’amore, finchè non viene spezzata. Molly vive tutto il suo dolore in una sorta di limbo: “Ho preso le camicie in tintoria, non so perchè!”. Il distacco dal suo Sam è lancinante ed inizia un calvario fatto di vita, morte, ricordi, e poi quell’ultimo contatto, quell’abbraccio, quell’addio che segna la fine della storia. Questo film ha regalato la statuetta come miglior attrice non protagonista a Whoopi Goldberg ed a Bruce Joel Rubin come miglior sceneggiatura originale.


Trama – fonte: www.comingsoon.it

Sam Wheat (Patrick Swayze) lavora in banca e convive felicemente in un loft a New York con la sua fidanzata Molly Jensen (Demi Moore), una promettente artista. I due giovani, follemente innamorati e prossimi al matrimonio, conducono una vita spensierata fino al giorno in cui i loro sogni vengono improvvisamente spezzati: una sera, mentre stanno tornando a casa dopo essere stati a teatro, vengono aggrediti da un rapinatore armato che, nel tentativo di derubarli, spara a Sam uccidendolo. Al defunto, però, viene permesso di restare sulla terra sotto forma di fantasma per sistemare gli affari in sospeso e per proteggere l’amata Molly, del tutto ignara del fatto che accanto a lei c’è sempre il vigile spirito di Sam.
A metà tra il mondo dei vivi e quello dei morti, il ragazzo è intenzionato più di ogni altra cosa a fare luce sul suo omicidio. Pedinando il suo assassino, la vittima scopre che si tratta di un portoricano di nome Willy Lopez (Rick Aviles) che vive in un quartiere malfamato della città e che poco dopo l’omicidio ha provato anche a infiltrarsi nell’appartamento di Molly. Sam capisce che l’amore della sua vita si trova in pericolo, ma la condizione di fantasma gli impedisce di comunicare con lei. Per fortuna, però, lo spirito incrocia il suo cammino con quello di Oda Mae Brown (Whoopi Goldberg), sensitiva inizialmente ignara dei suoi stessi poteri, che riesce miracolosamente a vederlo e parlare con lui. Dopo qualche dubbio iniziale, la donna si lascia convincere da Sam ad aiutarlo a mettere in guarda la fidanzata e a smascherare il suo assassinio. Intanto Molly, verrà presto consolata da Carl Bruner (Tony Goldwyn), migliore amico e collega di Sam, che nasconde un segreto che potrebbe dare una spiegazione all’intera vicenda.


Cast – fonte: trovacinema.repubblica.it


Trailer


Riconoscimenti – fonte: www.mymovies.it

Il film ottenne ben cinque candidature ai Premi Oscar del 1991, portandosi a casa due statuette:

Miglior attrice non protagonista a Whoopi Goldberg
Miglior sceneggiatura originale a Bruce Joel Rubin

Le altre nomination furono:
Nomination Miglior film
Nomination Miglior colonna sonora a Maurice Jarre
Nomination Miglior montaggio a Walter Murch


Curiosità – fonte: www.cinefilos.it

1 – Il loft di Ghost – Fantasma esiste davvero

Fino a qualche anno fa il loft del film era ancora in vendita. L’appartamento si trova nel quartiere di Soho a New York, più precisamente al 102 di Prince Street e misura qualcosa come più di 4mila metri quadrati calpestabili. Dai più di 10 milioni di dollari richiesti per la vendita del loft, scesi poi a poco più di 9 milioni, il loft è composto da un cuore che si collega a tutte le altre stanze della casa, incluse tre enormi camere da letto (ognuna con il proprio bagno riservato), una palestra e un ufficio. Come si arriva nella sala da pranzo si può trovare una cucina moderna con ripiani in granito. La camera da letto principale ha un’entrata privata, vi sono tre enormi finestre che guardano a nord e rendono luminosa la stanza: il bagno ad essa collegato è quasi una spa.

2 – Il rumore che fanno le ombre sono solo pianti di bambini

Per realizzare i rumori che identificano le ombre oscure, quelle che portano all’inferno le anime cattive, non sono altro che delle registrazioni di pianti di bambini semplicemente fatte ascoltare in maniera invertita e in rallentatore.

3 – La scena dell’inseguimento pare sia stata una tortura per Patrick Swayze

Nel momento in cui la scena è stata girata faceva abbastanza freddo ma Patrick non poteva indossare cappotti o altri vestiti oltre a quelli del suo personaggio, dato che un fantasma non dovrebbe patire il freddo. Inoltre, per non far vedere la nebbiolina di vapore uscire dalla sua bocca, pare che Swayze abbia dovuto masticare del ghiaccio.

4 – L’idea per realizzare Ghost – Fantasma è venuta da una produzione dell’Amleto

Quando lo spirito del padre dice ad Amleto di vendicare la sua morte, Rubin ha pensato che da questo spunto sarebbe venuto fuori un grande film.

5 – Per il film Ghost – Fantasma, Patrick Swayze fu la prima scelta

Quando arrivò il momento di scegliere il cast per il film, lo sceneggiatore Bruce Joel Rubin suggerì Patrick Swayze per il ruolo di Sam Wheat: gli sembrava ideale per il fatto di vedere un macho piangere e perché aveva visto di recente un’intervista che lo aveva colpito molto e poi cavalcava ancora la scia del successo determinata da Dirty Dancing (1987). Il regista Jerry Zucker, invece, pensava che Swayze fosse inadatto per il ruolo e vennero selezionati diversi attori come Kevin Bacon, Alec Baldwin, Nicolas Cage, Kevin Costner, Tom Cruise, Johnny Depp, Harrison Ford, Mel Gibson e Kevin Kline. A tutti era stata offerta la parte e tutti rifiutarono, pensando che interpretare un fantasma fosse di cattivo gusto. Zucker allora decise di far fare un provino a Swayze, pensando che tanto avrebbe fallito. Con enorme sorpresa di Zucker, Swayze fece una grandissima audizione e fu immediatamente scritturato per la parte.

6 – In Ghost- Fantasma, la maglietta che veste Molly alla stazione di polizia è la stessa di Sam

Questa maglietta l’aveva indossata Sam al lavoro il giorno che era in ritardo nell’incontrare i clienti giapponesi. La maglietta in questione appariva spiegazzata, come lei non l’avesse lavata per aver modo di sentirsi più vicina a Sam.

7 – Whoopi Goldberg non era sicura di prendere parte a Ghost – Fantasma

Prima di iniziare la produzione, Whoopi Goldberg, che era stata suggerita alla produzione proprio da Swayze, era insicura sul fatto di essere capace di interpretare il ruolo della sensitiva. La parte venne offerta a Jackée Harry che accettò. In seguito, all’ultimo minuto, la Goldberg di convinse di fare il film e ha fatto molto bene. Infatti, per il ruolo di Oda Mae Brown, per il quale erano state considerate anche Oprah Winfrey e Tina Turner, la Goldberg si è aggiudicata un Oscar alla Miglior Attrice non Protagonista nel 1991, oltre che un Golden Globe, un BAFTA e un Saturn Award.

8 – Demi Moore non è stata la prima scelta per il ruolo di Molly

Per la parte di Molly venne inizialmente considerata Meg Ryan, che si rifiutò di valutare la parte. In seguito vennero fatte delle audizioni a diverse attrici, tra cui Nicole Kidman. Demi Moore arrivò soltanto successivamente, quando venne deciso a chi dare la parte. Pare che la Moore venne scelta perchè aveva il dono di riuscire a piangere in maniera spontanea da entrambi gli occhi, oltre al fatto di poterlo fare a comando.

9 – Dal film Ghost – Fantasma è stato tratto un musical

Ghost the Musical si basa proprio sull’omonimo film del 1990, con musiche e testi di Bruce Joel Rubin e musiche di Dave Stewart e Glen Ballard. Questo musical ha avuto la prima teatrale al Manchester Opera House a Manchester nel marzo del 2011, per poi debuttare nell’estate dello stesso anno nel West End. Lo spettacolo ha debuttato anche a Broadway nell’aprile del 2012 e ha svolto un tour nel Regno Unito per tutto il 2013.

10 – Ghost – Fantasma è un film che è possibile recuperare in streaming sulla piattaforma Chili


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie i Cookie DoubleClick (per info leggi la Privacy Policy). Fai clic qui per disattivarlo.