ReviewJumps
Il Grande Gatsby

Il grande Gatsby

2013 ‧ Romantico/Drammatico ‧ 2h 23m

Baz Luhrmann, eccentrico e dinamico regista, che ha mostrato tutta la sua bravura in Romeo+Giulietta e Moulin Rouge, ancora una volta attinge al suo stile e porta in scena una versione de ‘Il grande Gatsby’ contraddistinta da eccessi visivi che si integrano alla perfezione con la profonda e sussurrata caratterizzazione dei personaggi e, in particolare, di uno straordinario protagonista interpretato da Leonardo Di Caprio. Sono proprio le grandiosi feste che Gatsby organizza ogni fine settimana presso la sua dimora, alle quali chiunque può partecipare, a mostrare quanto Luhrmann non sia capace di controllare il suo gusto per il forte impatto visivo e per l’utilizzo di musiche ed immagini che riattualizzano l’epoca originale in cui le vicende narrate vengono collocate: non sacrifica affatto l’attenzione ai dettagli più sobri e profondi, dando ampio spazio allo sconfinato mondo interiore del protagonista senza sottrarre nulla alla sua adorabile riservatezza. E tutto questo in una struggente cornice romantica e drammatica, che ne descrive la decadenza morale della società del tempo. E’ la storia di Gatsby che ama Daisy (Carey Mulligan), la storia di un amore che va sopra ogni cosa. Gatsby è disposto a tutto per rendere la sua amata felice, ma Daisy si mostrerà ben presto per quello che è, mettendo in luce la cocente idealizzazione della quale il protagonista si trova vittima.
Jay Gatsby è un uomo che sa pensare solo in grande, che non ammette sconfitte e delusioni e che porta fino in fondo il suo coraggioso proposito di mettere la propria intera vita nelle mani di un’unica persona, conferendole un potere assoluto sul suo destino.
La regia di Baz Luhrmann si fonde con la sontuosa fotografia di Simon Duggan per rappresentare l’abissale contrasto fra interiorità ed esteriorità che caratterizza il mondo di Gatsby, restituendo allo spettatore un ritratto nitido ed emozionante di un uomo che ha avuto la sola colpa di essere indifeso al cospetto della morbosa superficialità che lo circonda. Un uomo troppo pulito per sopravvivere alla decadenza della sua società. Completato dalle ottime interpretazioni dei protagonisti la versione de Il Grande Gatsby di Baz Luhrmann, il cui stile poteva rivelarsi completamente inappropriato per un film dall’essenza così intimista, si rivela invece riuscita, mostrandosi all’altezza dell’importanza dell’opera originaria e avendo avuto la contemporanea capacità di stravolgerla e rispettarla profondamente. Ha conquistato due premi Oscar nel 2014, per la Miglior scenografia a Catherine Martin e Beverley Dunn  e per i Migliori costumi a Catherine Martin.

 


Trama – fonte: www.comingsoon.it

Il grande Gatsby, un film del 2013 diretto da Baz Luhrmann, è tratto dall’omonimo romanzo di Francis Scott Fitzgerald. La vicenda è narrata da Nick Carraway (Tobey Maguire), agente di borsa, che ripercorre la storia del suo incontro con Jay Gatsby (Leonardo DiCaprio). Nell’estate del 1922, Nick si trasferisce in una modesta casa del West Egg, a Long Island, accanto alla lussuosa dimora del misterioso Gatsby. A pochi giorni dal suo arrivo, Nick fa visita alla cugina Daisy Buchanan (Carey Mulligan) e a suo marito Tom (Joel Edgerton), che vivono a East Egg. Qui, l’uomo fa la conoscenza della cinica golfista Jordan Baker (Elizabeth Debicki), la quale gli rivela che Tom ha un’amante. Qualche giorno più tardi, Nick e Tom sono in viaggio verso New York e si fermano presso la stazione di rifornimento di George Wilson (Jason Clarke). Nick scopre così che la misteriosa amante di Tom è proprio la moglie di quest’ultimo, Myrtle Wilson (Isla Fisher).
Mentre l’estate avanza, Gatsby invita il nuovo vicino ad una delle lussuose feste che è solito organizzare nel weekend. Nessuno dei partecipanti, tuttavia, conosce la vera identità dell’enigmatico uomo e sarà Jordan ad introdurlo alla presenza di Gatsby. In breve tempo, Jay prende in simpatia Nick e gli rivela di aver avuto una relazione con Daisy, in passato, e di esserne ancora profondamente innamorato. Le grandiose feste nella sua villa, infatti, sono organizzate nella speranza che la ragazza si incuriosisca e si presenti alla porta del suo ex amante. Colpito dal sentimento del suo vicino, Nick accetta di organizzare un incontro tra Gatsby e sua cugina. Tra i due scoppia nuovamente la passione e Daisy prega il suo amante di portarla lontano da New York. Poche settimane dopo, Nick è molto diffidente e cerca di persuadere l’amico a non accettare l’invito a pranzo dei Buchanan. Inaspettatamente, Tom si rivelerà molto geloso di Daisy e, nonostante a sua volta intrattenga una relazione con Myrtle, farà di tutto per separarla da Gatsby. I sentimenti, le passioni e i vorticosi intrighi finiscono per condannare i protagonisti ad essere intrappolati ‘senza posa nel passato’…


Cast – fonte: www.comingsoon.it


Trailer


Riconoscimenti – fonte: www.mymovies.it

Il film ottenne due candidature ai Premi Oscar del 2014, portandosi entrambe le statuette:

Miglior scenografia a Catherine MartinBeverley Dunn (II)
Migliori costumi a Catherine Martin

Curiosità – fonte: cinema.fanpage.it

1 – L’amicizia tra Leonardo DiCaprio e Tobey Maguire.
Leonardo DiCaprio (Jay Gatsby) e Tobey Maguire (Nick Carraway) nella vita reale sono grandissimi amici, sin dall’infanzia. Ne “Il grande Gatsby” i due recitano insieme a 12 anni di distanza da “Don’s Plum”, del 2001.

2 – Il cameo di Baz Luhrmann.
Il regista Baz Luhrmann appare in una scena del film: è il cameriere che porta Nick Carraway (Tobey Maguire) al tavolo di Jordan (Elizabeth Debicki).

3 – I magnifici luoghi delle riprese.
Le riprese si sono svolte in Australia, precisamente a Balmain, Blue Mountains, Centennial Park (Sydney), Glebe Island, Sydney, Waverley Cemetery (Bronte – Sydney), White Bay Power Station (Sydney). La magnifica casa del protagonista è, in realtà, il vecchio liceo del regista, che si trova sempre in Australia, trasformato, successivamente, con l’apporto della computer grafica.

4 – Le attrici considerate per la parte di Daisy.
Per la parte di Daisy sono state prese in considerazione attrici come Amanda Seyfried, Rebecca Hall, Rachel McAdams, Keira Knightley, Blake Lively, Abbie Cornish, Michelle Williams, Natalie Portman, Eva Green, Anne Hathaway, Olivia Wilde, Jessica Alba e Scarlett Johansson, ma alla fine fu scelta Carey Mulligan.

5 – Il nome in codice.
Il film è stato spedito ai cinema con il nome in codice di “North Shore Romance”, per distogliere le attenzioni dei pirati.

6 – L’incidente capitato al regista.
Le riprese del film sono state interrotte quando il regista Baz Luhrmann è stato colpito sul set da una camera mobile. Luhrmann se l’è cavata con tre punti in testa.

7 – I candidati al ruolo di Tom Buchanan.
Per il ruolo di Tom Buchanan ha rifiutato la parte Ben Affleck, per il sovrapporsi con altre riprese; mentre Bradley Cooper e Luke Evans erano stati presi in considerazione prima dell’ufficialità di Joel Edgerton.

8 – I divieti.
In Italia, il film è stato distribuito con il visto censura «film per tutti». Invece, negli USA, la Motion Picture Association of America gli ha assegnato il visto PG-13, ovvero vietato ai minori di 13 anni non accompagnati dai genitori, per la presenza di “immagini violente, contenuti sessuali, fumo, feste e linguaggio breve”. Anche l’Australia, la Germania e il Regno Unito hanno imposto visti di censura simili.

9 – I 2 Oscar e gli altri premi importanti.
Il film ha portato a casa tantissimi premi, tra cui 2 Satellite Awards (Migliore scenografia e Miglior canzone originale a Lana Del Rey per “Young and Beautiful”), 2 BAFTA (Miglior scenografia e Migliori costumi) e 2 Oscar (Miglior scenografia e Migliori costumi).

10 – Il maggiore incasso per Baz Luhrmann.
Il grande Gatsby” ha incassato in tutto il mondo circa 351 milioni di dollari, classificandosi come ventiduesimo maggiore incasso mondiale del 2013. La pellicola rappresenta anche il maggiore incasso mai realizzato dal regista Baz Luhrmann.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie i Cookie DoubleClick (per info leggi la Privacy Policy). Fai clic qui per disattivarlo.