ReviewJumps
Vi Presento Joe Black

Vi presento Joe Black

1998 ‧ Romantico/Fantastico ‧ 3h 1m

Erich Fromm sosteneva che nella vita di un uomo vi è certezza solo per ciò che riguarda il passato, mentre per ciò che riguarda il futuro solo la morte è certa ed indicava come soluzione alla disperazione di tale certezza un’unica possibilità: l’amore. E sono proprio l’amore e la morte i veri protagonisti di “Vi presento Joe Black”. Cast eccezionale e regista candidato al premio Oscar nel 1993 con “Scent of a Woman”, Martin Brest, il film ha brillato particolarmente per il budget notevole impiegato e per le scenografie curate da Dante Ferretti. Ciò non toglie merito alle magistrali interpretazioni di Anthony Hopkins, Brad Pitt e Claire Forlani, su tutti, ma resta comunque un film che non ha grandi pretese.
Nonostante tutto, trovo sia un film che lascia qualcosa nelle corde della propria anima. Magari per l’inconsueto fatto che la Morte desideri diventare umana, per capire cosa ci sia di così speciale nella vita, per assaporare l’unicità dei sentimenti come l’amore, il dolore, la gioia, il piacere, di provarli tutti insieme e comprendere il perché sia così difficile perderli. Magari per il fatto che Brest sia stato capace di trattare il difficile tema dell’amore vissuto da due adulti con la passione pura di due adolescenti, i cui occhi brillano quando i loro sguardi si incrociano, le parole fanno fatica ad uscire dalle labbra, e la dolcemente dolorosa sensazione di nodo allo stomaco che si avverte quando la persona amata sta lì, davanti a te. Un attimo che dura un’eternità, che trasforma quel momento in soave stato di benessere, che cancella tutto quanto hai attorno e ti rende pago di quello che hai, perché il cuore si inebria della sola emozione pura e dolce, chiamata amore. Bè, la particolarità di questo film è che a provare queste sensazioni è proprio Joe Black (Brad Pitt), l’incarnazione della Morte.
Ma “Vi presento Joe Black” è anche altro, è la consapevolezza di Bill (Anthony Hopkins) di dover morire, di dover dire a poco a poco addio al successo, alla famiglia, all’amore. La consapevolezza di un uomo che sta per perdere tutto quello che è riuscito a costruire nella vita e nel farlo, continua a proteggere gli amori più cari, cercando in tutti i modi una soluzione non all’inevitabile, ma al prosieguo del loro cammino senza la sua presenza. Rispetto al suo predecessore, La Morte in Vacanza di Mitchell Leisen del 1934, questa pellicola si differenzia per il modo in cui è stato trattato e vissuto dalla Morte, proprio il tema dell’amore.

 


Trama – fonte: www.comingsoon.it

Vi presento Joe Black, un film del 1998 diretto da Martin Brest, è il remake del film La morte in vacanza di Mitchell Leisen (1934). Racconta la storia di William ‘Bill’ Parrish (Anthony Hopkins), un magnate delle telecomunicazioni, che trascorre la sua idilliaca esistenza tra lusso, successo e il sincero amore per la sua famiglia. Un giorno, tuttavia, la Morte si presenta al cospetto di Bill. Incuriosita dal concetto di amore e dai discorsi di Bill su tali emozioni, infatti, essa vuole comprendere la potenza di questo sentimento, per poi mettere fine alla vita dell’uomo e portalo con sé nell’aldilà.
La Morte, sotto le sembianze di Joe Black (Brad Pitt) viene presentata alla famiglia e Susan (Claire Forlani), secondogenita di casa Parrish, rimane molto ammaliata dal nuovo arrivato. In realtà, Susan e il vero Joe Black si erano conosciuti qualche tempo prima ma, dal momento che ora il ragazzo è diventato l’incarnazione della Morte, la giovane non si ricorda di Joe né di aver provato dei sentimenti per lui nel passato.
Mentre Bill rischia di perdere la sua compagnia, si avvicina il giorno del suo sessantacinquesimo compleanno. In quell’occasione, Joe Black ha deciso di interrompere il viaggio di Bill tra i vivi ma, a causa del forte legame instaurato con Susan, i suoi piani cambiano. Sconvolto dall’improvviso ripensamento della Morte e preoccupato per la sorte di sua figlia, Bill dovrà dimostrarle il rispetto che merita il vero amore e tentare di salvare l’impresa di telecomunicazioni, che ha costruito con tanta fatica.


Cast – fonte: www.comingsoon.it


Trailer


Riconoscimenti – fonte: it.wikipedia.org

1999
  • Saturn Award:
    Candidatura Miglior attore protagonista a Anthony Hopkins
    Candidatura Miglior attrice non protagonista a Claire Forlani
    Candidatura Miglior colonna sonora a Thomas Newman
1999
  • Bogey Awards:
    Bogey Award
1999
  • Golden Reel Award:
    Candidatura Miglior montaggio sonoro (Dialoghi e ADR)

Curiosità – fonte: cinema.fanpage.it

1 – Non tutti sanno che Vi presento Joe Black è uscito ufficialmente in America il 13 novembre del 1998, ed è arrivato nelle sale italiane il 29 gennaio 1999. Il film aveva avuto una lunga gestazione, precisamente dall’11 Giugno 1997 al successivo Luglio 1998, con riprese svolte per fortuna solo in America.

2 – La location più esposta e riconoscibile di Vi presento Joe Black è in realtà l’enorme e sontuoso palazzo per cerimonie Aldrich Mansion, sito nella 836 Warwick Neck Avenue di Warwick (Rhode Island, USA).

3 – Le altre location, invece, sono state tutte improvvisate in diverse città, tra le quali: Manhattan, New York City, New Jersey, Rhode Island, Teaneck, Warwick;

4 – La piscina di Vi presento Joe Black è stata progettata da Dante Ferretti, talento italiano che l’ha allestita inizialmente in una ex armeria di Brooklin. Le dimensioni rispecchiavano la realtà ed anche oggi è perfettamente funzionante.

5 – La scena della festa ambientata in parte anche nella zona poco distante la piscina, è stata organizzata nella medesima villa di Rhode Island e ha richiesto ben sei settimane di riprese.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie i Cookie DoubleClick (per info leggi la Privacy Policy). Fai clic qui per disattivarlo.