ReviewJumps
i goonies

I Goonies

1985 ‧ Film romantico/Avventura ‧ 1h 55m

Era il 1985 quando sul grande schermo venne proiettato “The Goonies”. Un film d’avventura nato da un’idea di Steven Spielberg e diretto da Richard Donner, che vede un gruppo di amici “sfigati” (dallo slang americano goony) alla ricerca di un tesoro nascosto nel galeone del pirata Willy L’Orbo, scomparso nei pressi della loro cittadina, Astoria in Oregon. Ma la storia è molto più che una semplice avventura: è amicizia vera, desiderio di restare sempre insieme, amore fraterno e familiare, lotta al bullismo, primi amori, e poi fiducia, forza del gruppo, voglia di emergere. A fare da sfondo a questa avventura vi è una scenografia artigianale davvero avvincente: i tunnel sotterranei, l’organo di ossa umane ed il veliero pirata. Questa combinazione di fattori lo ha reso un cult del genere teen-movie, che ha impiegato cinque mesi per essere prodotto, ed è stato girato quasi interamente in sequenza: un’impresa rara nel cinema.


Trama – fonte: www.comingsoon.it

Di fronte alla minaccia di perdere le loro case a Goon Docks, in Oregon, a causa di due imprenditori che intendono comprare l’intera area per costruire un campo da golf, un gruppo di bambini che si definiscono “i Goonies” si riuniscono per un ultimo fine settimana insieme. Tra i Goonies ci sono l’ottimista Mikey Walsh (Sean Astin), suo fratello maggiore Brandon (Josh Brolin), l’inventivo Data (Jonathan Ke Quan), il loquace Mouth (Corey Feldman) e il ghiottone Chunk (Jeff Cohen).
Curiosando nella soffitta di Mikey, si imbattono in una vecchia mappa che sembra condurre al tesoro del famoso pirata Willy l’Orbo, situato da qualche parte nelle vicinanze di Goon Docks. I bambini decidono di seguire la mappa nella speranza che il tesoro possa evitargli lo sfratto. Si dirigono quindi verso un ristorante abbandonato sulla costa che coincide con la mappa. Brandon li raggiunge poco dopo al fianco di Andy (Kerri Green), fidanzata col figlio di uno degli imprenditori, e Stef (Martha Plimpton), amica occhialuta di Andy.
Il gruppo scopre che il ristorante abbandonato è un nascondiglio della famiglia criminale composta da Mamma Fratelli (Anne Ramsey) e dai due suoi figli, Francis e Jake (Robert Davi e Joe Pantoliano), i quali hanno incatenato nella cantina il deforme Sloth (John Matuszak), terzo membro della casata.
La banda Fratelli è anch’essa impegnata nella ricerca del tesoro. I Goonies trovano un tunnel sotterraneo nel seminterrato e lo seguono, ma Chunk viene catturato dai Fratelli e imprigionato insieme con Sloth. I Fratelli intimidiscono Chunk fino a quando non rivela dove sono andati i Goonies e partono all’inseguimento dei ragazzi. I sette piccoli Goonies dovranno affrontare paure e prove terribili, incontrando pipistrelli e trabocchetti, da cui cercheranno di salvarsi con coraggio ed abilità, e anche con un aiuto inaspettato.


Cast – fonte: trovacinema.repubblica.it


Trailer


Riconoscimenti – fonte: movieplayer.it

Due le candidature al “Saturn Awards for Science Fiction, Fantasy and Horror Films” nell’edizione del 1986 ed un premio vinto:

Miglior attrice non protagonista a Anne Ramsey

Le altre nomination furono:
Nomination Miglior performance di un giovane attore a Jeff Cohen


Curiosità – fonte: www.gpreport.it

1 – Mikey è figlio di Gomez (oltre che amico di Frodo)

Uno dei protagonisti del film è Mikey Walsh, interpretato da un giovanissimo Sean Astin. Il ragazzo è figlio (nonché “figliastro”) d’arte. La madre, Patty Duke, vinse l’Oscar 1962 per “Anna dei Miracoli” (interpretava la sordomuta Hellen Keller). Il “patrigno” di Sean era… schioccate le dita due volte… John Astin, il Gomez Addams del telefilm anni ’60. Quando si dice crescere in una famiglia d’artisti. Una volta divenuto adulto (e più morbido, direi), Sean interpreterà Samvise Gamgee, “assistente personale” di Frodo Baggings nella Trilogia “Il Signore degli Anelli”. Praticamente, dal tesoro di Willy l’Orbo all’Anello.

2 – Il fratello di Mikey? Non è quello di Beverly Hills (ma hanno lo stesso nome)

Il fratello maggiore di Mikey-Sean Astin è interpretato da un giovane e già lanciato Josh Brolin. Sì, proprio Thanos, Mr. Schiocco le dita e Faccio scomparire mezzo Universo. Prima di diventare il Villain degli ultimi film Marvel, come appena scritto, Brolin rivestirà i panni del primogenito di casa Walsh. Vi ricordate il nome? …Brandon, come uno dei gemelli protagonisti di “Beverly Hills 90210”, telefilm cult dei primi anni 90.

3 – Quel Data l’ho già visto da qualche parte (forse in… un tempio maledetto)

Jonathan Ke Quan interpreta Data, americano di seconda generazione (i genitori sono arrivati dalla Cina anni addietro), tanto geniale quanto pasticcione con le sue invenzioni (così come il padre, si vedrà durante la pellicola). L’anno prima, il giovanissimo attore aveva recitato in un filmettino niente male, diretto da Spielberg e interpretato da Harrison “Blade Runner – Han Solo” Ford. Sì, era “Indiana Jones e il Tempio Maledetto”.

4 – AAA Regalo nave come nuova, ideale da tenere in giardino

La nave di Willy l’Orbo, ribattezzata “Inferno”, è stata realmente costruita. Non era parti di set, bensì un vascello da 32 metri, costruito in due e mesi e mezzo. Una volta terminate le riprese, Donner e compagnia domandarono chi volesse un’imbarcazione simile, magari in giardino. Ricevute soltanto risposte negative, l’Inferno fu demolita.

5 – Sloth il bello (È apparso pure su Playgirl, non ci credi?)

L’attore che interpretava il “MostruosoSloth era John Matuszak, tra le altre cose ex Defensive End di diverse squadre NFL e prima scelta nel 1973 (Devi essere bravino per diventare Prima Scelta). Insomma, un giocatore di football da 203 centimetri per 128 kg. Un fuscellino che –per la delizia del gentil sesso e non solo – apparve in diversi servizi di “Playgirl”. Purtroppo venne a mancare a soli 38 anni, a causa di un’overdose da Destropropossifene (Analgesico della famiglia degli Oppioidi).

6 – Muovi le orecchie a comando (anzi, col Telecomando)

Le orecchie e l’occhio sinistro di Sloth erano comandati da un telecomando azionato a distanza. Tutto molto bello quando si trattava di muovere le orecchie. Per quanto riguarda l’occhio, Matuszak effettuava un “Countdown” per battere le palpebre (quella vera e quella telecomandata) all’unisono.

7 – Come mena Mamma Fratelli

Durante la scena in cui Mamma Fratelli schiaffeggia suo figlio Jake, Anne Ramsey non ci andò leggera. Il povero Robert Davi (Jake Fratelli) se ne fece una ragione, oltre che una faccia come una focaccia. Mai fare arrabbiare Mamma.

8 – Dai Fratelli ai Soprano (sempre banditi siamo)

Il più piccolo della Band Fratelli, Francis, è interpretato da Joe Pantoliano. Se il suo volto vi dice qualcosa, non vi sbagliate: il buon Joe, smessi i panni dello sfigato fratello della Banda Fratelli, indosserà quelli di Ralph Cifaretto nella serie “I Soprano”. E non solo: trovate Pantoliano anche in Matrix (Cypher il traditore) e in Memento (il fantomatico Teddy).

9 – Chunk l’Avvocato (Better Call Chunk)

Dopo aver abbandonato la carriera di attore, Jeff Cohen (il semplicemente unico Chunk) ha studiato legge all’UCLA ed è diventato uno dei Principi del Foro, specializzato in cause legate al magico mondo della recitazione e ha aperto un suo studio legale.

10 – Data il Sensei degli X-Men (Come Xavier ma con gli Stuntman)

Abbandonato il mondo della recitazione nel 2002, Jonathan “Data” Ke Quan ha continuato a praticare arti marziali. Aveva iniziato nell’84, un anno prima di girare il film sui Goonies, “costretto” dal copione di “Indiana Jones e il tempio Maledetto”. Riconosciuto Maestro, Quan è diventato un leggendario coordinatore di stuntman. Alcuni esempi? I primi film targati X-Men e “The One”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito raccoglie i Cookie DoubleClick (per info leggi la Privacy Policy). Fai clic qui per disattivarlo.